News and Events

News and Events

Il CFO come Spiderman, tra grandi poteri e grandi responsabilità

Semplice: la sfida più grande per il CFO moderno è la complessità sempre maggiore che deve gestire. Prima di tutto perché è notevolmente aumentata la portata delle sue responsabilità, sia verso l’azienda al suo interno, che fuori da essa. Internamente CFO e relativo team non rappresentano più un reparto a sé stante, ma sono una forza trainante, nonché la spina dorsale del business. Di questo stesso avviso sembra essere Gartner, che in un recentissimo report, dichiara lontani i tempi in cui il reparto di Amministrazione, Finanza e Controllo riportava solo numeri. Questa area aziendale oggi fornisce sempre maggiore supporto operativo alle decisioni, oltre a rispondere in fatto di governance e supervisione.

Fuori dall’azienda, poi, il mondo è un posto ancora più complesso e il CFO deve operare con prontezza e precisione, seguendo gli stessi dettami imposti dalle sfide del mercato: senza sprechi di risorse, e massimizzando profitti e margini in ottica di sviluppo e innovazione. 

Sempre più missioni sono affidate oggi ai direttori finanziari e in effetti chi meglio del direttore amministrativo e finanziario può sapere se un progetto è realmente fattibile? Dall’acquisto di una società all’istituzione di una forza vendita, dall’integrazione di un nuovo reparto fino all’esternalizzazione di un servizio: il suo supporto è un pilastro portante per le decisioni strategiche da un punto di vista oggettivo, razionale e… quantificato.

Ma come Spiderman insegna: da un grande potere derivano grandi responsabilità! Cerchiamo di capirne di più.

#1 Debellare la sindrome della “Torre D’Avorio”

I CFO devono fronteggiare una doppia pressione: le loro prestazioni sono costantemente valutate dalla direzione, che li sottopone a follow-up di attività regolari. Non potrebbe essere altrimenti, dato che a loro toccano alcune valutazioni difficili, come ad esempio i tagli al budget. Per questo è assolutamente fondamentale che il CFO abbia tutte le informazioni che gli servono e che lo scambio fra il suo e gli altri reparti sia quanto più agile e frequente: non condividere correttamente le informazioni può portare a fare scelte sbagliate, incoraggiare l’immobilismo fino a mettere in discussione la sua legittimità nel ruolo decisionale all’interno dell’azienda.

#2 Se sai come cercare, troverai la tecnologia che fa per te

Possono essere costose, richiedono tempo per la piena adozione interna e potrebbero diventare obsolete in fretta: quella con tecnologie, e sistemi di analisi e reporting inadeguati può essere una battaglia quotidiana. Cosa succede se l’introduzione di nuove tecnologie non viene guidata nella maniera corretta? Che ci si trova in un viaggio a zig zag tra più sistemi, con molti errori (e mal di testa) lungo il percorso. 

E sarebbe un vero peccato, perché la tecnologia oggi è davvero ricca di opportunità per CFO e team amministrativi. Le soluzioni cloud, ad esempio, aumentano la flessibilità del lavoro, così come sistemi integrati sempre più evoluti consentono di rendere più rigorosi i report aziendali. Affinché tutto questo accada nella maniera migliore, però, è fondamentale ripensare alle metodologie e riorganizzare le precedenti scelte sulla tecnologia. Meglio non accontentarsi di una sola soluzione tecnologica, la vera chiave di volta sta nel scegliere le metodologie più adeguate alle esigenze, incontrando sia le specificità dei processi che le necessità interne.

A questo proposito, tra i preziosi archivi di Iconsulting, ho trovato questo video, di particolare interesse per chi fa parte di questo mondo: Paolo PomaEx-CFO di Ducati ora in VW Italia, ci dice la sua sull’Innovazione nel Controllo di Gestione.   

#3 Supereroi contro i (dati) cattivi

I cattivi dati sono come virus. Le loro implicazioni si moltiplicano e si diffondono fino al punto in cui report e analisi – tutto quel duro lavoro – sono definitivamente compromessi. Con questa consapevolezza, riorganizzare il processo di input, gestione e reporting dei dati, potrebbe essere più che una buona idea. La gestione coerente dei dati richiede un approccio “olistico”, e tutti i membri del team devono essere investiti di responsabilità – o meglio, accountability – e devono averne a cuore il risultato.
Non puoi dire di prendere decisioni data-driven fino a quando non puoi fidarti dei tuoi dati e della loro veridicità lungo tutta la filiera: questa procedura deve essere la priorità che guida ogni azione. 

#4 Come fare chiarezza nell’immediato? 

Insomma, le situazioni sempre più complesse e perturbate che caratterizzano il contesto competitivo di oggi non lasciano scampo: è necessario riorganizzare i sistemi di controllo e trovare gli strumenti più adeguati per governare il cambiamento e trasformare le minacce in opportunità. Per questo, in casa Iconsulting è nato #TechSpeedDate, evento che offre l’opportunità di conoscere le tecnologie leader di mercato affiancato da esperti con i quali approfondire anche metodologie, esperienze reali, e rispondere a domande come:  

La tecnologia che sto utilizzando è ancora adeguata agli standard e potrà supportarmi anche in futuro? Se no, quali opzioni mi si presentano davanti?  

Vorrei rinnovare le applicazioni realizzate a supporto del CDG, perché realizzati da un precedente management, ma non voglio rifare tutto da capo, come posso approcciare questo problema? 

Vorrei capire come migliorare l’aderenza dei miei sistemi con i miei processi al fine di investire meglio il mio tempo rispetto ad adesso, come posso fare?  

Il passaggio da on-premise al Cloud è così difficile come leggo o è paragonabile allo stesso processo fatto per la comune Business Intelligence?

Al Tech Speed Date del 12 Aprile a Bologna, ti verranno presentate le suite di Performance Management leader di mercato: Board, Formwork, Hyperion Planning, SAP BPC, e IBM Planning TM1. Dopo una breve guida all’orientamento nella giungla dei vendor, potrai approfondire ogni tecnologia a tu per tu con gli esperti per esplorarne limiti e opportunità. Scopri subito come iscriverti >>

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle Doctor Data Pills e sulle iniziative Iconsulting?

Iscriviti alla Newsletter!
Bologna / Headquarters

Via Bazzanese 32/7
40033 Casalecchio di Reno
(BO) Italia

051.4391311
Email
Google Maps
Milano

Piazza 4 Novembre, 7
20124 Milano
Italia

02.87343708
Email
Google Maps
Roma

Via della Conciliazione, 10
00193 Roma
Italia

06.68809942
Email
Google Maps
London

2nd floor, Hygeia House
66 College Road
Harrow Middx HA1 1BE
UK

+44 (0)207.8876249
Email
Google Maps
Iscriviti alla newsletter