News and Events

News and Events

Digital Transformation:

insight e trend in attesa del

Digital Italy Summit 

Negli ultimi anni aziende e organizzazioni di tutto il mondo hanno intrapreso il viaggio della trasformazione digitale per reinventarsi in modo sostenibile: un tema cruciale per lo sviluppo del Business e non di minore impatto per la crescita di Paesi e comunità. Per questo, The Innovation Group con l’appuntamento Digital Italy Summit invita i principali interlocutori italiani, dal Business alle autorità di Governo, a riflettere sui temi della crescita digitale del nostro Paese.

Una full immersion di presentazioni, ricerche e dibattiti per produrre “conoscenza azionabile“: idee e proposte utili alle autorità di Governo responsabili delle Politiche di Innovazione, ai leader delle imprese impegnate in una trasformazione digitale che porta con sé grandi opportunità, ma anche profondi cambiamenti nei modelli di business.

Forse la più grande sorpresa della trasformazione digitale non è che il cambiamento su larga scala sia difficile, ormai è ben consolidato e ampiamente conosciuto, ma come farlo in modo ripetibile e sostenibile che sembra essere la chiave di lettura da indagare, dato che abbiamo anche imparato che il cambiamento digitale è spesso più incentrato sulle persone che sulla tecnologia.

In attesa del Summit, al quale parteciperanno le aziende più innovative dell’Industria ICT come Iconsulting, esploriamo insieme il tema della Digital Transformation per delineare lo scenario attuale e intravedere le prospettive più interessanti.

2019: Cosa aspettarci dalla Digital Transformation?

Innanzitutto, una buona notizia: la maggior parte delle organizzazioni ha di fatto intrapreso una qualche forma di trasformazione digitale, magari solo in una determinata funzione, ad esempio il Marketing, oppure coordinando più funzioni come la Customer Experience abbinata alla digitalizzazione di prodotti e servizi. Comunque, qualunque sia il focus, le sfide e le questioni principali hanno iniziato a formare una sorta di modello.

La Digital Transformation resta però un’attività difficile, costosa, certo disruptive, ma anche “distraente”. Allora perchè continuare a volerla realizzare così ostinatamente? Beh, basti pensare che secondo alcune stime, la maggior parte delle organizzazioni è convinta che entro il 2020 metà degli introiti arriverà dai canali digitali, e voci autorevoli come il World Economic Forum prevedono che il valore economico complessivo della trasformazione digitale per imprese e società supererà i 100 trilioni di dollari entro il 2025. Ecco allora che cogliere al meglio lo spazio bianco nei mercati digitali non è più un’opzione, ma una necessità vitale.

Ma come si articolerà questa trasformazione nell’imminente futuro? L’esperto internazionale Dion Hinchcliffe ha affidato qualche previsione per il prossimo anno a ZDNet: esploriamo alcuni dei più interessanti Top Business e Top Tech trends rintracciati!

digitaltransformationlessonslearnedbestpracticestrendsfor2019

#1. Il CEO prende le redini della trasformazione, ma con accanto CIO e CDO!

Per molti anni il Chief Information Officer (CIO) e recentemente il Chief Data Officer (CDO) hanno avuto un chiaro ruolo di leadership nella trasformazione digitale. Ma qual è lo scenario attuale? Qualcosa sembra essere cambiato: secondo recenti dati condivisi dal MIT Sloan Management oggi le organizzazioni digitalmente mature vedono alla guida della propria trasformazione il CEO, a dimostrazione che oggi questo tema è una delle priorità cruciali del business nel suo insieme.
CIO e CDO hanno una visione più specializzata sulla capacità della tecnologia e sono fondamentali per supportare il CEO a tutto tondo sul cambiamento delle persone, della cultura e dei modelli di business dell’organizzazione, per questo si intravede una sinergia potentissima fra queste figure che agevola il successo delle iniziative digitali.

#2. Parola d’ordine: iniziative integrate

Gli sforzi frammentari della trasformazione digitale degli anni passati stanno diventando parte di un portafoglio di iniziative digitali più integrate: i dati mostrano infatti che fino all’85% dei decisori aziendali ritiene di avere circa due anni per integrare meglio le proprie iniziative, il che presuppone che gli sforzi all’interno dell’azienda siano coordinati, coerenti, frutto di pianificazione condivisa, economie di scala e un comune modello di dati per muoversi più velocemente e produrre risultati migliori.

#3. GDPR: tra ostacolo e opportunità

È innegabile che i nuovi regolamenti digitali appena arrivati come il GDPR – di cui abbiamo parlato in questa Doctor Data Pillstanno aggiungendo un’ulteriore complessità a molti sforzi di trasformazione digitale. C’è dunque da aspettarsi che cresca ulteriormente l’attenzione verso la regolamentazione digitale nel 2019 e con essa la necessità di affrontarne l’introduzione in modo proattivo. Un vantaggio? Molti dei grandi vendor Cloud, tra cui Amazon Azure, stanno già implementando soluzioni di conformità GDPR nelle loro offerte.

#4. Tendenze tecnologiche? Cloud-based, veloci e dirompenti

Nonostante decenni di investimenti nel Cloud, da private a ibrido a multicloud, le aziende non sentono ancora di avere una chiara strategia per il futuro. Quali sono le ragioni? Certamente ad aggiungere imprevedibilità è il panorama del Cloud stesso, in rapida evoluzione ed estremamente competitivo, che vede i colossi Amazon, Microsoft, Google e nuovi player lottare strenuamente. Nel prossimo anno, aziende e organizzazioni saranno alle prese con ambienti multicloud sempre più complessi e dinamici, anche in real-time, che presumibilmente diventeranno il futuro dell’IT.

Oltre al Cloud, anche il 5G si attesterà definitivamente come priorità, insieme a Intelligenza Artificiale, Machine Learning, IoT e blockchain. Non solo: nuove tecnologie emergeranno per ampliare la vasta e crescente lista di “must have” tecnologici che l’impresa deve assorbire per rimanere competitiva. In questo senso, le organizzazioni stanno imparando a sperimentare rapidamente, dando il via a progetti pilota e implementando con agilità soluzioni promettenti per il business.

Se il concetto di impresa davvero data-driven è in fase di perfezionamento, Data Science e Analytics consolideranno il loro ruolo cruciale: secondo il CIO Tech Poll: Tech Priorities 2018 riportato da Forbes, il 60% dei CIO sta già aumentando il proprio budget in questa direzione. Nel 2019 non può che aumentare di conseguenza il rafforzamento delle competenze: portare a bordo i migliori talenti in supporto alla trasformazione digitale è semplicemente fondamentale.
.

Vuoi approfondire? Iconsulting a Roma per #TIGDigitaly

Con tutte queste previsioni per l’imminente futuro, è facile capire perché ci troviamo nel bel mezzo dell’anno del “grande reset”, denso di cambiamenti, importanti accelerazioni nei processi di trasformazione, nuovi protagonisti dell’economia digitale e nuovi orientamenti da parte delle autorità governative. Proprio partendo da questa considerazione, il 27 e 28 novembre a Roma si apriranno i battenti del Digital Italy Summit 2018, appuntamento al quale Iconsulting si confronterà con altre aziende all’avanguardia, autorità di Governo ed esperti Digital del nostro paese.

Flavio Venturini, Innovation Director di Iconsulting, interverrà martedì 27 novembre alla sessione Economia dei dati, Intelligenza Artificiale e Smart Manufacturing per osservare le sfide e le opportunità del digitale sulla trasformazione delle nostre imprese.

Leggi l’agenda dell’evento, scopri i relatori e tutti i dettagli >>

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle Doctor Data Pills e sulle iniziative Iconsulting?

Iscriviti alla Newsletter!
Bologna / Headquarters

Via Bazzanese 32/7
40033 Casalecchio di Reno
(BO) Italia

051.4391311
Email
Google Maps
Milano

Piazza 4 Novembre, 7
20124 Milano
Italia

02.87343708
Email
Google Maps
Roma

Via della Conciliazione, 10
00193 Roma
Italia

06.68809942
Email
Google Maps
London

2nd floor, Hygeia House
66 College Road
Harrow Middx HA1 1BE
UK

+44 (0)207.8876249
Email
Google Maps
Iscriviti alla newsletter